lunedì 14 giugno 2021

Gita parrocchiale in Castagnola

 

Si è svolta domenica 13 giugno la prima gita parrocchiale dell’era post Covid. Nelle prime ore del pomeriggio, sfidando la prima vera ondata di caldo estivo dell’anno, venticinque volenterosi, appartenenti alle tre comunità casalesi, sono partiti, sotto la guida di don Massimo Galbiati, per recarsi in visita a tre monumenti religiosi situati sul colle della Castagnola, a Pallanza.

Si è trattato innanzi tutto della chiesa parrocchiale di Santo Stefano - con i suoi dieci secoli di storia e i suoi reperti dell’epoca imperiale romana - e dell’oratorio di San Remigio, punto panoramico di rara bellezza e noto in tutta Europa come uno dei più importanti siti dell’architettura romanica. Un’esperta guida turistica ha provveduto a illustrare al gruppo, con grande professionalità, tutte le particolarità dei due luoghi.

Ma quella che ha suscitato il maggior interesse è stata la chiesa che da alcuni anni è stata messa a disposizione della numerosa comunità di origine romena presente a Verbania e nei dintorni perché vi fondasse la parrocchia di San Luca, di rito ortodosso. Il rettore, padre Andrei Agape, ha simpaticamente accolto i casalesi soddisfacendo ogni loro curiosità in merito alle particolarità dei riti, agli arredi sacri nel tipico, sfarzoso stile orientale e alle particolarità della liturgia celebrata nella sua Chiesa.

Ampia soddisfazione è stata espressa da tutti i partecipanti, che si sono augurati prossime simili esperienze.




sabato 12 giugno 2021

Notizie parrocchiali - 13 giugno 2021

 

FESTA DI SANT’ANTONIO DA PADOVA

Domenica 13 giugno, durante la Messa delle ore 10, nella chiesa di Ramate si terrà la tradizionale benedizione del pane.

Si ringrazia la famiglia Maniccia per aver offerto il pane ed i fiori.

_______________________________________________

 

PELLEGRINAGGIO AL SANTUARIO DI RE

L’annuale Pellegrinaggio al Santuario di Re, organizzato dalla Parrocchia di Ramate, si effettuerà domenica 4 luglio 2021. Tutti possono partecipare.

L’appuntamento è per le ore 06,00 di fronte alla chiesa parrocchiale di Druogno. La Messa al Santuario sarà celebrata alle 11.

Per il pranzo ognuno si dovrà organizzare in modo autonomo.

_______________________________________________

 

VISITA GUIDATA AD ALCUNE CHIESE DI PALLANZA

ORATORIO SAN REMIGIO – CHIESA ORTODOSSA

CHIESA DI SANTO STEFANO

Domenica 13 giugno 2021

Si propone breve gita pomeridiana per poter scoprire insieme le bellezze artistiche di alcuni degli edifici religiosi della nostra zona, normalmente chiusi al pubblico, tutti situati nella località Castagnola di Verbania. Saranno a disposizione alcune auto per il trasporto.

·      Partenza alle ore 14.00 dal piazzale davanti all’oratorio Casa del Giovane. Rientro previsto ore 18 circa.

·      Il costo è di 8 euro a persona, comprensivo del costo della guida turistica e di una piccola donazione alle comunità proprietarie degli edifici.

·      Si fa presente che l’accesso all’oratorio di San Remigio richiede la percorrenza di un tratto a piedi su strada in salita

E’ previsto un numero massimo di 25 partecipanti

per cui è indispensabile la prenotazione, entro giovedì 10 giugno, ai recapiti telefonici 347 059 8804, 328 492 7677 o 334 869 6106.

_______________________________________________

 

INCONTRI DI PREGHIERA

Mercoledì 16 giugno, ore 20,45: il gruppo San Pio da Pietrelcina si ritrova nella chiesa dei Frati di Ornavasso; partenza da Ramate alle 20,10

Mercoledì 16 giugno, chiesa di Casale, ore 9,00: momento di Preghiera

_______________________________________________

 

BENEDIZIONE DELLE FAMIGLIE

Si terrà solo su prenotazione, causa emergenza sanitaria. Chi la volesse richiedere è pregato di prendere appuntamento con il parroco chiamando il recapito telefonico 347 059 8804

Esegesi della Parola festiva - domenica 13 giugno 2021

 

Gesù, narratore di parabole, sceglie sempre parole di casa, di orto, di lago, di strada: parole di tutti i giorni, dirette e immediate, laiche. Racconta storie di vita e le fa diventare storie di Dio, e così raggiunge tutti e porta tutti alla scuola delle piante, della senape, del filo d'erba, perché le leggi dello spirito e le leggi profonde della natura coincidono; quelle che reggono il Regno di Dio e quelle che alimentano la vita dei viventi sono le stesse. Reale e spirituale coincidono. Accade nel Regno ciò che accade nella vita profonda di ogni essere. C'è una sconosciuta e divina potenza che è all'opera, instancabile, che non dipende da te, che non devi forzare ma attendere con fiducia. Gesù ha questa bellissima visione del mondo, della terra, dell'uomo, al tempo stesso immagine di Dio, della Parola e del regno: tutto è in cammino, un fiume di vita che scorre e non sta fermo. Tutto il mondo è incamminato, con il suo ritmo misterioso, verso la fioritura e la fruttificazione. Il paradigma della pienezza regge la nostra fede. Mietiture fiduciose, abbondanti. Gioia del raccolto. Sogni di pane e di pace. Positività. Il terreno produce da sé, per energia e armonia proprie: è nella natura della natura di essere dono, di essere crescita. È nella natura di Dio. E anche dell'uomo. Dio agisce in modo positivo, fiducioso, solare; non per sottrazione, mai, ma sempre per addizione, aggiunta, incremento di vita. Con l'atteggiamento determinante della fiducia! Il terreno produce spontaneamente. Non fa sforzo alcuno il seme, nessuna fatica per il terreno, la lucerna non deve sforzarsi per dare luce se è accesa; il sale non fa sforzo alcuno per dare sapore ai piatti. Dare è nella loro natura. È la legge della vita: per star bene anche l'uomo deve dare. Quando è maturo infine il frutto si dà, si consegna, espressione inusuale e bellissima, che riporta il verbo stesso con cui Gesù si consegna alla sua passione. E ricorda che l'uomo è maturo quando, come effetto di una vita esatta e armoniosa, è pronto a donarsi, a consegnarsi, a diventare anche lui pezzo di pane buono per la fame di qualcuno. Nelle parabole, il Regno di Dio è presentato come un contrasto: non uno scontro apocalittico, bensì un contrasto di crescita, di vita. Dio viene come un contrasto vitale, come una dinamica che si insedia al centro, un salire, un evolvere, sempre verso più vita. Quando Dio entra in gioco, tutto entra in una dinamica di crescita, anche se parte da semi microscopici:

Dio ama racchiudere

il grande nel piccolo:

l'universo nell'atomo

l'albero nel seme

l'uomo nell'embrione

la farfalla nel bruco

l'eternità nell'attimo

l'amore in un cuore

se stesso in noi.

                                                                                             E. Ronchi

lunedì 7 giugno 2021

Prime comunioni

 


Nel pomeriggio di domenica 6 giugno, nella Chiesa di San Giorgio in Casale Corte Cerro, un ultimo gruppo di ragazzi della quinta elementare di Casale ha ricevuto per la prima volta il sacramento dell’Eucarestia.

La cerimonia è stata celebrata dal parroco, don Massimo Galbiati e animato dal coro Voce del Cuore; erano presenti le catechiste Maria Rosa Calderoni e Elisa Albertini.

I ragazzi coinvolti sono Alice Beltrami, Mattia Carrabba, Martina Salis, Nicolas Dieni, Riccardo Di Genova, Giulia Iolitta, Mattia Piras e Samantha Santoro.


sabato 5 giugno 2021

Notizie parrocchiali - 6 giugno 2021

  

FESTA DI SANT’ANTONIO DA PADOVA

Domenica 13 giugno, durante la Messa delle ore 10, nella chiesa di Ramate si terrà la tradizionale benedizione del pane.

_______________________________________________

 

PRIME COMUNIONI

L’ultimo gruppo di bambini riceverà la Prima Comunione domenica 6 giugno, alle 15 nella chiesa di Casale.

_______________________________________________

 

VISITA GUIDATA AD ALCUNE CHIESE DI PALLANZA

ORATORIO SAN REMIGIO – CHIESA ORTODOSSA

CHIESA DI SANTO STEFANO

Domenica 13 giugno 2021

Si propone breve gita pomeridiana per poter scoprire insieme le bellezze artistiche di alcuni degli edifici religiosi della nostra zona, normalmente chiusi al pubblico, tutti situati nella località Castagnola di Verbania. Saranno a disposizione alcune auto per il trasporto.

·      Partenza alle ore 14.00 dal piazzale davanti all’oratorio Casa del Giovane. Rientro previsto ore 18 circa.

·      Il costo è di 8 euro a persona, comprensivo del costo della guida turistica e di una piccola donazione alle comunità proprietarie degli edifici.

·      Si fa presente che l’accesso all’oratorio di San Remigio richiede la percorrenza di un tratto a piedi su strada in salita

E’ previsto un numero massimo di 25 partecipanti

per cui è indispensabile la prenotazione, entro giovedì 10 giugno, ai recapiti telefonici 347 059 8804, 328 492 7677 o 334 869 6106.

_______________________________________________

 

INCONTRI DI PREGHIERA

Martedì 8 giugno, chiesa di Ramate, ore 20,45: Gruppo San Pio da Pietrelcina

Mercoledì 9 giugno, chiesa di Casale, ore 9,00: momento di Preghiera

_______________________________________________

 

BENEDIZIONE DELLE FAMIGLIE

Si terrà solo su prenotazione, causa emergenza sanitaria. Chi la volesse richiedere è pregato di prendere appuntamento con il parroco chiamando il recapito telefonico 347 059 8804

Esegesi della Parola festiva - domenica 6 giugno 2021 - Corpus Domini

 

Prendete, questo è il mio corpo. Il verbo è preciso e nitido come un ordine: prendete. Stringente e senza alibi. Gesù non chiede agli Apostoli di adorare, contemplare, venerare quel Pane, dice molto di più: io voglio stare nelle tue mani come dono, nella tua bocca come pane, nell'intimo tuo come sangue, farmi cellula, respiro, pensiero di te. Tua vita. Vi prego, prendete e dentro risuona tutto il bisogno di Dio di realizzare con noi una comunione senza ostacoli, senza paure, senza secondi fini. «Stringiti in me, stringimi in te» (G. Testori): il mio cuore lo assorbe, lui assorbe il mio cuore, e diventiamo una cosa sola. Lo esprime con una celebre formula Leone Magno: partecipare al corpo e al sangue di Cristo non tende ad altro che a trasformarci in quello che riceviamo. Che possiamo tutti diventare ciò che riceviamo: anche noi corpo di Cristo. E allora capiamo che Dio non è venuto nel mondo con il semplice obiettivo di perdonare i nostri peccati. Sarebbe una visione riduttiva, sia di Dio che dell'uomo. Il suo progetto è molto più grande, alto, potente: portare cielo nella terra, Dio nell'uomo, vita immensa in questa vita piccola. Molto più del perdono dei peccati: è venuto a portare se stesso. Siamo abituati a pensare Dio come Padre, portatore di quell'amore che ci è necessario per venire alla vita; ma Dio è anche Madre, che nutre di sé i suoi figli, li nutre al suo petto, con il suo corpo. Ed è anche Sposo, amore esuberante che cerca risposta. Dice Gesù: i miei discepoli non digiunano finché lo sposo è con loro. E l'incontro con lui è come per gli amanti del Cantico: dono e gioia, intensità e tenerezza, fecondità e fedeltà. Nel suo corpo Gesù ci dà tutta la sua storia, di come amava, come piangeva, come gioiva, ciò che lo univa agli altri: parola, sguardo, gesto, ascolto, cuore. Prendete questo corpo, vuol dire: fate vostro questo mio modo di stare nel mondo, il mio modo libero e regale di avere cura e passione per ogni forma di vita. Con il suo corpo Gesù ci consegna la sua storia: mangiatoia, strade, lago, volti, il duro della Croce, il sepolcro vuoto e la vita che fioriva al suo passaggio. Con il suo sangue, ci comunica il rosso della passione, la fedeltà fino all'estremo. Vuole che nelle nostre vene scorra il flusso caldo della sua vita, che nel cuore metta radici il suo coraggio. Che si estende fino ad abbracciare tutto ciò che vive quaggiù sotto il sole, i poveri, gli scartati, e poi i nostri fratelli minori, le piccole creature, il filo d'erba, l'insetto con il suo misterioso servizio alla vita, in un rapporto non più alterato dal verbo prendere o possedere, ma illuminato dal più generoso, dal più divino dei verbi: donare.

                                                                                             E. Ronchi

sabato 29 maggio 2021

Notizie parrocchiali - 30 maggio 2021

  

PRIME COMUNIONI

L’ultimo gruppo di bambini riceverà la Prima Comunione domenica 6 giugno, alle 15, nella chiesa di Casale.

_______________________________________________

 

VISITA GUIDATA AD ALCUNE CHIESE DI PALLANZA

ORATORIO SAN REMIGIO – CHIESA ORTODOSSA

CHIESA DI SANTO STEFANO

Domenica 13 giugno 2021

Si propone breve gita pomeridiana per poter scoprire insieme le bellezze artistiche di alcuni degli edifici religiosi della nostra zona, normalmente chiusi al pubblico, tutti situati nella località Castagnola di Verbania. Saranno a disposizione alcune macchine.

·      Partenza alle ore 14.00 dal piazzale davanti alla Casa del Giovane. Rientro previsto ore 18 circa.

·      Il costo è di 8 euro a persona, comprensivo del costo della guida turistica e di piccola donazione alle comunità proprietarie degli edifici.

·      Si fa presente che l’accesso all’oratorio di San Remigio richiede la percorrenza di un tratto a piedi su strada in salita

E’ previsto un numero massimo di 25 partecipanti.

_______________________________________________

 

CORPUS DOMINI

Giovedì 3 giugno Santa Messa alle ore 20.30 nella chiesa di Casale; alla fine non sarà possibile fare la processione con il SS. Sacramento, che sarà esposto per un breve momento di adorazione, che si concluderà con la benedizione Eucaristica.

_______________________________________________

 

TERMINA IL MESE MARIANO

Sabato 29 maggio il Rosario verrà recitato alle ore 20,30 nella piazzetta di Pramore,

alla cappella della Madonna di Caravaggio.

Lunedì 31 maggio, nella chiesa di Casale, Rosario alle ore 20.00 e Messa alle 20.30 con la tradizionale benedizione delle rose.

_______________________________________________

 

INCONTRI DI PREGHIERA

Mercoledì 2 giugno, chiesa di Casale, ore 9,00: momento di Preghiera

 

Tutti gli altri incontri di preghiera, settimanali e mensili

·      Gruppo San Pio da Pietrelcina

·      Ora Mariana

·      Rosario in Famiglia

restano sospesi causa emergenza sanitaria

_______________________________________________

 

BENEDIZIONE DELLE FAMIGLIE

Chi la volesse richiedere è pregato di prendere appuntamento con il parroco chiamando il recapito telefonico 347 059 8804

Esegesi della Parola festiva - domenica 30 maggio 2021 - Santissima Trinità

 

Ci sono andati tutti all'ultimo appuntamento sul monte di Galilea. Sono andati tutti, anche quelli che dubitavano ancora, portando i frammenti d'oro della loro fede dentro vasi d'argilla: sono una comunità ferita che ha conosciuto il tradimento, l'abbandono, la sorte tragica di Giuda; una comunità che crede e che dubita: «quando lo videro si prostrarono. Essi però dubitarono». E ci riconosciamo tutti in questa fede vulnerabile. Ed ecco che, invece di risentirsi o di chiudersi nella delusione, «Gesù si avvicinò e disse loro...». Neppure il dubbio è in grado di fermarlo. Ancora non è stanco di tenerezza, di avvicinarsi, di farsi incontro, occhi negli occhi, respiro su respiro. È il nostro Dio “in uscita”, pellegrino eterno in cerca del santuario che sono le sue creature. Che fino all'ultimo non molla i suoi e la sua pedagogia vincente è “stare con”, la dolcezza del farsi vicino, e non allontanarsi mai più: «ecco io sono con voi tutti i giorni, fino alla fine del mondo». Il primo dovere di chi ama è di essere insieme con l'amato. «E disse loro: andate in tutto il mondo e annunciate». Affida ai dubitanti il Vangelo, la bella notizia, la parola di felicità, per farla dilagare in ogni paesaggio del mondo come fresca acqua chiara, in ruscelli splendenti di riverberi di luce, a dissetare ogni filo d'erba, a portare vita a ogni vita che langue. Andate, immergetevi in questo fiume, raggiungete tutti e gioite della diversità delle creature di Dio, «battezzando», immergendo ogni vita nell'oceano di Dio, e sia sommersa, e sia intrisa e sia sollevata dalla sua onda mite e possente! Accompagnate ogni vita all'incontro con la vita di Dio. Fatelo «nel nome del Padre»: cuore che pulsa nel cuore del mondo; «nel nome del Figlio»: nella fragilità del Figlio di Maria morto nella carne; «nel nome dello Spirito»: del vento santo che porta pollini di primavera e «non lascia dormire la polvere» (D.M. Turoldo). Ed ecco che la vita di Dio non è più estranea né alla fragilità della carne, né alla sua forza; non è estranea né al dolore né alla felicità dell'uomo, ma diventa storia nostra, racconto di fragilità e di forza affidato non alle migliori intelligenze del tempo ma a undici pescatori illetterati che dubitano ancora, che si sentono «piccoli ma invasi e abbracciati dal mistero» (A. Casati). Piccoli ma abbracciati come bambini, abbracciati dentro un respiro, un soffio, un vento in cui naviga l'intero creato. «E io sarò con voi tutti i giorni». Sarò con voi senza condizioni. Nei giorni della fede e in quelli del dubbio; sarò con voi fino alla fine del tempo, senza vincoli né clausole, come seme che cresce, come inizio di guarigione.

                                                                                             E. Ronchi

lunedì 24 maggio 2021

Prime Comunioni - 23 maggio 2021

 


Nel pomeriggio di domenica 23 maggio, nella Chiesa di San Giorgio in Casale Corte Cerro, un altro gruppo di ragazzi della quinta elementare di Casale ha ricevuto per la prima volta il sacramento dell’Eucarestia. La cerimonia è stata officiata dal parroco, don Massimo Galbiati, presenti le catechiste Elisa Albertini e Maria Rosa Calderoni e animata dalle ragazze del coro Voce del Cuore di Casale.

I ragazzi coinvolti sono Diego Basset, Damiano Ciocca, Lara Calderoni, Vanessa Coco, Angelica Iob, Achille Medina Bavagnoli, Maddalena Mennella e Beatrice Merio.


sabato 22 maggio 2021

Notizie parrocchiali - 23 maggio 2021

 

 

PRIME COMUNIONI

Un altro gruppo di bambini di Casale riceverà la Prima Comunione domenica 23 maggio, alle 15, nella chiesa di Casale

_______________________________________________

 

FESTA DELLA MADONNA DEL BALMELLO

Mercoledì 26 maggio

Ore 20, presso l’oratorio del Balmello, presso Montebuglio, recita del Rosario seguita, alle 20,30 dalla celebrazione della Messa. E’ sospesa la recita del Rosario a Casale.

_______________________________________________

 

MESE MARIANO

Per tutto il mese di maggio le celebrazioni feriali si terranno con i seguenti orari

·      Lunedì, mercoledì e giovedì a Casale: Rosario alle ore 20 e Messa alle 20,30

·      Martedì, venerdì e sabato a Ramate: 20,30 Rosario

·      le Messe a Ramate manterranno i giorni e gli orari consueti.

 

Sabato 29 maggio il Rosario verrà recitato alle ore 20,30 nella piazzetta di Pramore,

alla cappella della Madonna di Caravaggio.

_______________________________________________

 

FESTA DELLA SANTA CROCE A RAMATE

La vendita torte del pane a Ramate ha permesso di raccogliere 660 euro.

Grazie a tutte le persone che si sono impegnate e a coloro che hanno contribuito con le offerte. Si ringrazia in particolare il panificio Fenaroli per avere offerto la cottura delle torte.

_______________________________________________

 

BENEDIZIONE DELLE FAMIGLIE

Chi la volesse richiedere è pregato di prendere appuntamento con il parroco chiamando il recapito telefonico 347 059 8804

_______________________________________________

 

INCONTRI DI PREGHIERA

Tutti gli incontri di preghiera, settimanali e mensili

·      Momento di Preghiera del mercoledì mattina

·      Gruppo San Pio da Pietrelcina

·      Ora Mariana

·      Rosario in Famiglia

restano sospesi causa emergenza sanitaria

Esegesi della Parola Festiva - domenica 23 maggio 2021 - Pentecoste

La Bibbia è un libro pieno di vento e di strade. E così sono i racconti della Pentecoste, pieni di strade che partono da Gerusalemme e di vento, leggero come un respiro e impetuoso come un uragano. Un vento che scuote la casa, la riempie e passa oltre; che porta pollini di primavera e disperde la polvere; che porta fecondità e dinamismo dentro le cose immobili, «quel vento che fa nascere i cercatori d'oro» (G. Vannucci). Riempì la casa dove i discepoli erano insieme. Lo Spirito non si lascia sequestrare in certi luoghi che noi diciamo sacri. Ora sacra diventa la casa. La mia, la tua, e tutte le case sono il cielo di Dio. Venne d'improvviso, e sono colti di sorpresa, non erano preparati, non era programmato. Lo spirito non sopporta schemi, è un vento di libertà, fonte di libere vite. Apparvero lingue di fuoco che si posavano su ciascuno. Su ciascuno, nessuno escluso, nessuna distinzione da fare. Lo Spirito tocca ogni vita, le diversifica tutte, fa nascere creatori. Le lingue di fuoco si dividono e ognuna illumina una persona diversa, una interiorità irriducibile. Ognuna sposa una libertà, afferma una vocazione, rinnova una esistenza unica. Abbiamo bisogno dello Spirito, ne ha bisogno questo nostro piccolo mondo stagnante, senza slanci. Per una Chiesa che sia custode di libertà e di speranza. Lo Spirito con i suoi doni dà a ogni cristiano una genialità che gli è propria. E abbiamo bisogno estremo di discepoli geniali. Abbiamo bisogno cioè che ciascuno creda al proprio dono, alla propria unicità e che metta a servizio della vita la propria creatività e il proprio coraggio. La Chiesa come Pentecoste continua vuole il rischio, l'invenzione, la poesia creatrice, la battaglia della coscienza. Dopo aver creato ogni uomo, Dio ne spezza la forma e la butta via. Lo Spirito ti fa unico nel tuo modo di amare, nel tuo modo di dare speranza. Unico, nel modo di consolare e di incontrare; unico, nel modo di gustare la dolcezza delle cose e la bellezza delle persone. Nessuno sa voler bene come lo sai fare tu; nessuno ha quella gioia di vivere che hai tu; e nessuno ha il dono di capire i fatti come li comprendi tu. Questa è proprio l'opera dello Spirito: quando verrà lo Spirito vi guiderà a tutta la verità. Gesù che non ha la pretesa di dire tutto, come invece troppe volte l'abbiamo noi, che ha l'umiltà di affermare: la verità è avanti, è un percorso da fare, un divenire. Ecco allora la gioia di sentire che i discepoli dello Spirito appartengono a un progetto aperto, non a un sistema chiuso, dove tutto è già prestabilito e definito. Che in Dio si scoprono nuovi mari quanto più si naviga. E che non mancherà mai il vento al mio veliero.

                                                                                             E. Ronchi


lunedì 17 maggio 2021

Prime Comunioni - 16 maggio 2021

 

Domenica 16 maggio alle ore 15, nella Chiesa di Casale Corte Cerro, il secondo gruppo dei ragazzi di quinta elementare di Ramate ha ricevuto, dopo tanta attesa, il sacramento dell’Eucarestia: momento in cui vi è l’incontro personale con Gesù ricevendo il simbolo del suo corpo e del suo sangue.

Papa Francesco dice “Da questo sacramento dell’amore, scaturisce ogni autentico cammino di fede, di comunione e di testimonianza” pertanto la Prima Comunione dei nostri ragazzi rappresenti un momento fondamentale nella loro vita di credenti, alimentato dalla luce di Gesù nel loro cuore!

Le catechiste Liliana e Ottavia con don Massimo hanno seguito e guidato i bambini lungo il loro percorso di preparazione al Sacramento, oltre ad aver accuratamente organizzato la bella e sentita celebrazione.

Al termine della Santa Messa, come già avvenuto per il primo gruppo, la parrocchia ha fatto dono ai ragazzi di un’icona raffigurante il Cenacolo

I comunicandi sono stati: Benedetta Bertoli, Marco Bonina, Mattia Colombo, Diego Comoli, Ambra Delogu, Leonardo Genga, Lorenzo Mura, Dafne Ruffin, Riccardo Soncini.

Grazie!

                                                                  I Genitori


sabato 15 maggio 2021

Notizie parrocchiali - 16 maggio 2021

 

 

PRIME COMUNIONI

Ancora due gruppi di bambini riceveranno la Prima Comunione

·      Domenica 16 maggio, alle 15, nella chiesa di Casale il gruppo di Ramate

·      Domenica 23 maggio, alle 15, nella chiesa di Casale il gruppo di Casale

_______________________________________________

 

FESTA PATRONALE DI SAN GIORGIO

Resoconto economico

Cene da asporto:

        Serata del 24 aprile    ricavo netto 1.239,00 euro

        Serata del 1 maggio   ricavo netto 2.368.00 euro

        Serata del 8 maggio   ricavo netto 1.446,00 euro

                                                                   Totale 5.053,00 euro

Lotteria                                               ricavo netto 3.550,00 euro

Offerte spontanee                                                   2.780,00 euro

Vendita azalee                                                        1.000,00 euro

Questua in chiesa il giorno 25 aprile                          245,01 euro

                                                  Totale generale 12.383,01 euro

 

Grazie di cuore, a tutti coloro che si sono impegnati, dando energie e tempo per la buona riuscita della festa. Grazie anche alle persone che hanno contribuito con le loro offerte, dimostrando generosità e affetto nei confronti della parrocchia.

_______________________________________________

 

MESE MARIANO

Per tutto il mese di maggio le celebrazioni feriali si terranno con i seguenti orari

·      Lunedì, mercoledì e giovedì a Casale: Rosario alle ore 20 e Messa alle 20,30

·      Martedì, venerdì e sabato a Ramate: 20,30 Rosario

·      le Messe a Ramate manterranno i giorni e gli orari consueti.

_______________________________________________

 

FESTA DELLA SANTA CROCE A RAMATE

La vendita torte del pane a Ramate ha permesso di raccogliere 660 euro.

Grazie a tutte le persone che si sono impegnate e a coloro che hanno contribuito con le offerte. Si ringrazia in particolare il panificio Fenaroli per avere offerto la cottura delle torte.

_______________________________________________

 

BENEDIZIONE DELLE FAMIGLIE

Chi la volesse richiedere è pregato di prendere appuntamento con il parroco chiamando il recapito telefonico 347 059 8804

_______________________________________________

 

INCONTRI DI PREGHIERA

Tutti gli incontri di preghiera, settimanali e mensili

·      Momento di Preghiera del mercoledì mattina

·      Gruppo San Pio da Pietrelcina

·      Ora Mariana

·      Rosario in Famiglia

restano sospesi causa emergenza sanitaria

Esegesi della Parola festiva - domenica 16 maggio 2021 - Ascensione del Signore

 

Con l'Ascensione Gesù non è andato altrove o in alto, è andato avanti e accende il suo roveto all'angolo di ogni strada. È asceso il Signore, ma non nel grembo dei cieli, bensì nel profondo della mia esistenza, «più intimo a me di me stesso» (Sant' Agostino): «agiva insieme con loro e confermava la Parola con i segni che l'accompagnavano». «L'Ascensione non è un percorso cosmico ma è la navigazione del cuore che ti conduce dalla chiusura in te all'amore che abbraccia l'universo» (Benedetto XVI). A questa navigazione del cuore Gesù chiama un gruppetto di uomini impauriti e confusi, un nucleo di donne coraggiose e fedeli, e affida loro il mondo: E partirono e predicarono dappertutto... Li spinge a pensare in grande e a guardare lontano: il mondo è vostro. E lo fa perché crede in loro, nonostante abbiano capito poco, nonostante abbiano tradito e rinnegato, e molti dubitino ancora. E quanta gioia mi dà sentire che ha fiducia in me, in queste mie mani, in questo mio cuore, più di quanta ne abbia io stesso; sa che anch'io posso contagiare di cielo e di nascite chi mi è affidato. Ma è davvero possibile? Lo è, a credere al versetto conclusivo: ed essi partirono e predicarono dappertutto, mentre il Signore agiva insieme con loro. Straordinario verbo, che raggiunge anche me, qui e ora: «Il Signore agiva in sinergia con loro», la loro energia e quella del Signore inseparabili, una sola forza, una sola linfa, una sola vita. Mai soli. Ultima definizione di Gesù secondo il vangelo di Marco: Gesù è energia che opera con te per la vita. Gesù mai stanco di dare vita ad ogni creatura, in ogni angolo della terra, che non ti molla: è con te in ogni tuo gesto di bontà, quando porgi una parola fresca e viva, quando costruisci pace. Nelle tue mani, le sue mani; lui l'Amore in ogni amore; terra profonda delle tue radici, cielo del tuo cielo. Esistere è coesistere, in sinergia con Cristo e per gli altri. Imporranno le mani ai malati e questi guariranno. Im-porre, porre le tue mani sopra qualcuno, come una carezza, come un gesto di cura, con l'arte della prossimità. Non si può neppure cominciare a parlare di morale, di etica, di vangelo, se non si prova un sentimento di cura per qualcosa o per qualcuno. Il lebbroso di Assisi comincia a guarire quando Francesco lo abbraccia; ritorna uomo quando è accolto così com'è, ancora malato; ritorna pienamente uomo quando Francesco gli impone non solo le mani, ma l'abbraccio, il corpo a corpo. Se ti avvicini a chi soffre e tocchi, con mani e occhi che accarezzano, quella carne in cui brucia il dolore, potrai sentire una divina sinergia, sentire che «Dio salva, e lo fa attraverso persone» (R. Guardini).

                                                                                             E. Ronchi

lunedì 10 maggio 2021

Cresime - domenica 9 maggio 2021


Nel pomeriggio di domenica 9 maggio un secondo gruppo di ragazzi delle tre parrocchie casalesi ha ricevuto la Cresima, amministrata nella chiesa di San Giorgio, a Casale da don Brunello Floriani, vicario territoriale di Novara, con l’assistenza del parroco, don Massimo Galbiati e di padre Joseph Irudaya Raj, già coadiutore delle parrocchie casalesi fino al 2019. Ad animare la cerimonia ha provveduto la corale parrocchiale di Ramate.

I cresimati sono Camilla Calderoni, Aurora Leone, Emma Bianco, Sara De Giorgis, Marta Apolloni, Erika Santambrogio, Greta Ferraris, Marta Grandi, Matteo Guglielmucci, Leonardo Grieco, Enrico Pozzi, Anna Vallana e Leonardo Caramelli.

  


sabato 8 maggio 2021

Notizie parrocchiali - 9 maggio 2021

 

CRESIME

Il secondo gruppo di ragazzi riceverà la Cresima durante la cerimonia che si terrà nella chiesa di San Giorgio, a Casale, domenica 9 maggio alle 15,30.

Sono Camilla Calderoni, Aurora Leone, Emma Bianco, Sara De Giorgis, Marta Apolloni, Erika Santambrogio, Greta Ferraris, Marta Grandi, Matteo Guglielmucci, Leonardo Grieco, Enrico Pozzi, Anna Vallana e Leonardo Caramelli.

 

_______________________________________________

 

FESTA DELLA SANTA CROCE

RAMATE domenica 9 maggio 2021

ore 10,00          Messa solenne

 

Come ogni anno, verranno preparate le torte del pane. Chi desiderasse prenotarle lo può fare presso la sacrestia, al termine delle celebrazioni.

_______________________________________________

 

MESE MARIANO

Per tutto il mese di maggio le celebrazioni feriali si terranno con i seguenti orari

·      Lunedì, mercoledì e giovedì a Casale: Rosario alle ore 20 e Messa alle 20,30

·      Martedì, venerdì e sabato a Ramate: 20,30 Rosario

·      le Messe a Ramate manterranno i giorni e gli orari consueti.

_______________________________________________

 

TI PRENDO E TI PORTO VIA

LA CUCINA DEL TENDONE A CASA TUA

Ancora una serata in cui potete ordinare la cena da portare a casa: sabato 8 maggio.

Prenotazione obbligatoria, fino al venerdì precedente alla cena, chiamando

Giovanni           3355368227

Debora              3428704388

Federica            3290568352

Ritiro dalle 19 presso oratorio Casa del Giovane.

Maggiori dettagli e costi nelle locandine delle singole serate.

_______________________________________________

 

BENEDIZIONE DELLE FAMIGLIE

Chi la volesse richiedere è pregato di prendere appuntamento con il parroco chiamando il recapito telefonico 347 059 8804

_______________________________________________

 

INCONTRI DI PREGHIERA

Tutti gli incontri di preghiera, settimanali e mensili

·      Momento di Preghiera del mercoledì mattina

·      Gruppo San Pio da Pietrelcina

·      Ora Mariana

·      Rosario in Famiglia

restano sospesi causa emergenza sanitaria

Esegesi della Parola festiva - domenica 9 maggio 2021

 

Una di quelle pagine in cui pare custodita l'essenza del cristianesimo, le cose determinanti della fede: come il Padre ha amato me, così io ho amato voi, rimanete in questo amore. Un canto ritmato sul vocabolario degli amanti: amare, amore, gioia, pienezza... «Dobbiamo tornare tutti ad amare Dio da innamorati, e non da servi» (L. Verdi). E una strada c'è, perfino facile, indicata nelle parole: rimanete nel mio amore. Ci siete già dentro, allora restate, non andatevene, non fuggite via. Spesso noi resistiamo, ci difendiamo dall'amore, abbiamo il ricordo di tante ferite e delusioni, ci aspettiamo tradimenti. Ma il Maestro, il guaritore del disamore, propone la sua pedagogia: Amatevi gli uni gli altri. Non semplicemente: amate. Ma: gli uni gli altri, nella reciprocità del dare e del ricevere. Perché amare può bastare a riempire una vita, ma amare riamati basta per molte vite. Poi la parola che fa la differenza cristiana: amatevi come io vi ho amato. Come Cristo, che lava i piedi ai suoi; che non giudica e non manda via nessuno; che mentre lo ferisci, ti guarda e ti ama; in cerca dell'ultima pecora con combattiva tenerezza, alle volte coraggioso come un eroe, alle volte tenero come un innamorato. Significa prendere Gesù come misura alta del vivere. Infatti quando la nostra è vera fede e quando è semplice religione? «La fede è quando tu fai te stesso a misura di Dio; la religione è quando porti Dio alla tua misura» (D. Turoldo) Sarà Gesù ad avvicinarsi alla nostra umanità: Voi siete miei amici. Non più servi, ma amici. Parola dolce, musica per il cuore dell'uomo. L'amicizia, qualcosa che non si impone, non si finge, non si mendica. Che dice gioia e uguaglianza: due amici sono alla pari, non c'è un superiore e un inferiore, chi ordina e chi esegue. È l'incontro di due libertà. Vi chiamo amici: un Dio che da signore e re si fa amico, che si mette alla pari dell'amato! Ma perché dovrei scegliere di rimanere dentro questa logica? La risposta è semplice, per essere nella gioia: questo vi dico perché la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena. L'amore è da prendere sul serio, ne va del nostro benessere, della nostra gioia. Dio, un Dio felice (“la mia gioia”), spende la sua pedagogia per tirar su figli felici, che amino la vita con libero e forte cuore e ne provino piacere, e ne gustino la grande bellezza. La gioia è un sintomo: ti assicura che stai camminando bene, che sei sulla via giusta, che la tua strada punta diritta verso il cuore caldo della vita. Gesù, povero di tutto, non è stato però povero di amici, anzi ha celebrato così gioiosamente la liturgia dell'amicizia, da sentire vibrare in essa il nome stesso di Dio.

                                                                                             E. Ronchi